Guida su Instagram

Noi della NOS crediamo nell’importanza di fornire ai genitori, ai tutori e agli adulti in generale le informazioni necessarie per conversare consapevolmente di sicurezza online con i propri bambini, se lo ritengono necessario. Questa guida si occupa di una delle tante piattaforme Web che gli adulti dovrebbero conoscere. Visita www.nationalonlinesafety.com e www.sicurisulweb.org per consultare altre guide, suggerimenti e consigli per gli adulti.

Cosa devono sapere i Genitori su Instagram

Instagram è un’applicazione social assai popolare con oltre un miliardo di utenti in tutto il mondo.
L’app è disponibile su iOS e dispositivi Android, e permette agli utenti di caricare immagini e video sul proprio feed (bacheca), creare storie interattive, scambiare messaggi privati, cercare, esplorare e  seguire altri account di loro gradimento.
Le immagini e i video possono essere modificati con una serie di filtri, per personalizzare lo scatto prima della condivisione.
Chiunque abbia un account può vedere le “gallerie” online degli altri, sempre che il loro account non sia privato.
Per rendere i post più facili da trovare, gli utenti possono arricchire i propri contenuti con hashtag ricercabili e didascalie.
Ecco il perchè di questa guida, creata a supporto di genitori e di adulti per capire che cosa sia Instagram.

Limite di età 13+

Chiunque abbia almeno 13 anni può creare un proprio account.

a) Chat

b) Localizzazione

c) # Hashtag

d) Sondaggie

e) @Menzioni

a) Dipendenza da scrolling

Molte piattaforme di social media, compreso Instagram, sono state progettate in modo da tenerci impegnati su di esse il più a lungo possibile.

L’economista comportamentale Nir Eyal lo chiama “il modello del gancio” e Instagram ne è un perfetto esempio. Nei bambini e negli adulti, intenti a scorrere i contenuti (scrolling), possono addirittura verificarsi rilasci di dopamina.
Lo scorrimento può diventare una dipendenza, e può risultare difficile fermarsi fino a quando non si trova quello che si sta cercando, perdendo facilmente la cognizione del tempo man mano che ci si addentra nella propria bacheca.

b) Un Tuffo nei Messaggi

Il messaggio diretto (dms) su instagram permette agli utenti di condividere testo, immagini, video, messaggi vocali e di chiamarsi tra di loro in privato (o in gruppo).
Se l’account del vostro bambino è impostato come privato, chiunque ha la possibilità di messaggiare ed inviargli dei contenuti, anche se non è tra gli amici del vostro bambino.

c) Gli Influencer

Gli influencer sono spesso pagati migliaia di euro per promuovere sui social media un prodotto, un servizio, un’app e molto altro ancora. 

Quando le celebrità o gli influencer pubblicano questi annunci, essi dovrebbero dichiarare da qualche parte nel post che sono stati pagati per questo.
Di solito questo è ben nascosto negli hashtag o nei commenti dei loro post, il che rende poco chiaro che quella foto/video è, in realtà, una pubblicità.
Questo può essere molto fuorviante per i giovani che possono essere spinti all’acquisto di qualcosa che è stato pubblicizzato da qualcuno che ammirano, creando un falso senso della realtà e influenzando potenzialmente la loro salute mentale e il loro benessere.

a)Impatto sul Benessere

In un report della UK’s Royal Society for Public Health, Instagram è stato classificato come il peggiore social media per la salute mentale dei giovani. 

L’utilizzo dei filtri sulle foto può generare aspettative eccessive e sentimenti di inadeguatezza. 

I bambini possono cercare di avere più “mi piace” utilizzando foto modificate in un modo realistico.

Giudicare se stessi confrontandosi con gli altri utenti dell’app potrebbe minare la loro fiducia o la loro autostima. 

All’inizio del 2019, Instagram ha vietato le immagini di autolesionismo ed estreme, dopo il suicidio della quattordicenne Molly Russell, che – secondo quanto riportato – stava guardando tale materiale sulla piattaforma. Da allora il divieto è stato esteso a disegni, cartoni animati e meme estremi.

b) Registrazioni

c) Straming in Diretta

Lo streaming in diretta su Instagram permette agli utenti di connettersi con amici e follower in tempo reale e commentare il video durante la trasmissione. 

Se l’account del tuo bambino è privato, solo i suoi follower possono vedere la sua diretta. 

E’ importante notare che lui potrebbe aver accettato una richiesta di amicizia da parte di uno sconosciuto, e quindi potrebbe essere in diretta streaming con degli sconosciuti.

I bambini possono condividere contenuti, salvo poi pentirsi di averlo fatto; infatti questi potrebbero essere ripubblicati da altri utenti nei mesi ed anni successivi; pertanto è consigliabile che il tuo bambino blocchi i follower che non conosce. 

All’inizio del 2019, i dati raccolti dalla British National Society for Prevention of Cruelty to Children hanno rivelato che i molestatori stavano utilizzando Instagram più che qualsiasi altra piattaforma online.

d) Pagamenti in App

Instagram consente il pagamento diretto dei prodotti utilizzando l’app,  adottando le stesse regole di facebook, secondo cui se sei minore di 18 anni, puoi usare tale funzione solo col consenso di un genitore o di un tutore.

a) Tracciamento della Posizione

I luoghi in cui ci si trova possono essere aggiunti alle foto, ai video o alle storie.

Potrebbe anche sembrare una buona idea, ma può condividere la posizione del vostro bambino. 

Questo è particolarmente rischioso se condiviso in tempo reale.

Una  foto che include i punti di riferimento della zona, la divisa scolastica, il nome della strada o il numero civico dell’abitazione (o anche il tag della posizione della foto) può rivelare la posizione del bambino, rendendolo facile da trovare. Se l’account è pubblico,chiunque può accedervi e conoscere la posizione.

b) Hashtag Fuorvianti

Gli hashtag sono parte integrante di instagram, ma possono comportare dei rischi. 

Una persona può utilizzare un hashtag apparentemente innocente con un particolare scopo ma, ancor prima di accorgersene, centinaia di persone potrebbero usare lo stesso hashtag per qualcosa di inappropriato o pericoloso a cui il vostro bambino non dovrebbe essere esposto.

c) IGTV 

Instragram TV (IGTV)  è simile a youtube. Gli utenti possono guardare i video dei loro account preferiti o creare il proprio canale e pubblicizzare i propri video.

E’ importante osservare che chiunque può creare un canale televisivo Instagram, e non c’è bisogno di seguire un account per vedere i suoi video.

Nel 2018, Instagram si è pubblicamente scusato, e ha rimosso alcuni dei suoi contenuti video con immagini sessualmente esplicite con bambini. 

Visto che tale funzione potrebbe invogliare a utilizzare più a lungo l’app, è importante impostare dei limiti di tempo per evitare che il sonno o l’educazione dei bambini possano risentirne.
I MIGLIORI SUGGERIMENTI PER GLI ADULTII 
MESSAGGI DIRETTI

Se il vostro bambino riceve un messaggio da qualcuno che non conosce, raccomandategli di non accettare la richiesta di messaggio, e invitatelo a bloccare questa persona; solo così smetterà di mandare messaggi al tuo bambino. 

I bambini possono anche “toccare e tenere premuto” il messaggio, allo scopo di segnalare messaggio e account direttamente a Instagram.

b)  Attenzione agli #ADV

Nel 2019, la UK’s Competition and Markets Authority (organo a tutela del libero mercato) ha avviato un’indagine sulle celebrità che pubblicavano annunci sui social media senza dichiarare che queste pubblicità erano state retribuite. 

Gli influencer devono dichiarare chiaramente che sono stati pagati per i loro post, per esempio usando hashtag come #adv #sponsorizzato.

Insegnate al vostro bambino a riconoscere i post pubblicitari e dite loro che non tutto quello che vedono sugli account delle celebrità corrisponde con la loro scelta e con i loro gusti personali.

c) Gestire interazioni negative

Se il vostro bambino riceve commenti negativi o indesiderati, egli può bloccare l’account in modo che non possa più interagire con lui. Questo impedisce all’utente di vedere e commentare i post, le storie e i video in diretta del vostro bambino. 

Inoltre, egli può immediatamente cancellare i commenti indesiderati, disattivarli completamente e controllare tutti quelli che possono taggare e menzionarlo nei commenti, didascalie o storie, a prescindere che si tratti di chi lo segue o no. 

BENESSERE DIGITALE 

Instagram incorpora una funzionalità per il controllo delle attività che monitora il tempo trascorso sull’app. 

Gli utenti possono predisporre un “promemoria giornaliero” per fissare il limite di tempo da spendere su instagram, ed essere avvertiti al superamento dello stesso. Una volta raggiunto il proprio tempo limite, gli utenti riceveranno il messaggio “Tempo esaurito”.

Questa funzionalità può aiutarvi  a dialogare col vostro bambino, a vedere quanto tempo egli trascorre su Instagram, e a concordare con lui un limite di tempo ragionevole.

 

b) Proteggere le Informazioni Personali

Il vostro bambino può inconsapevolmente condividere informazioni personali, sul suo profilo o nei video live.

Sarà utile discutere con loro su cosa e quali sono le informazioni personali, assicurandosi che esse, posizione compresa, non vengano rivelate a nessuno durante un live streaming, in un commento, messaggio o qualsiasi altra modalità di comunicazione prevista dalla piattaforma – neanche ai loro amici.

c) Usa un Account Privato 

Come impostazione predefinita, qualsiasi video o immagine del vostro bambino, una volta caricato su instagram è visibile a chiunque. 

Un account privato implica l’approvazione della richiesta da parte di chi vuole seguirvi, e solo le persone espressamente accettate vedranno i tuoi post e video.

I bambini dovrebbero anche utilizzare una password sicura e abilitare l’autenticazione a due fattori per aggiungere un ulteriore livello di sicurezza sul loro account.

a) Filtro per i Commenti Inappropriati

Instagram ha un filtro “anti-bullismo” che nasconde commenti relativi all’aspetto di una persona ed anche le minacce per il benessere e la salute di una persona. 

Il filtro avviserà anche Instagram del ripetersi di tali problemi, così che sia possibile agire contro l’autore, se necessario. 

Si tratta di un filtro automatico, che dovrebbe essere sempre mantenuto attivo. 

I bambini possono segnalare anche abusi o materiali inappropriati/offensivi – in messaggi o commenti – direttamente a Instagram.

b) Disattivare la Condivisione

Anche se questa funzione non impedirà alle persone di fare screenshot, eviterà che altri condividano direttamente le foto e i video di un messaggio o di una storia a un altro utente. 

Questa funzione può essere disattivata nella impostazioni.

Si consiglia inoltre di disattivare la funzione che condivide automaticamente le foto e i video da una storia a un account Facebook.

c) Rimuovere i Metodi di Pagamento

Se siete contenti che vostro figlio abbia una carta associata al loro conto instagram, suggeriamo aggiungendo un PIN che deve essere inserito prima di effettuare un pagamento, ciò aiuterà anche a prevenire gli acquisti non autorizzati. Questo può essere aggiunto nella scheda di impostazioni per pagamenti.

d) Non Dimenticare di essere Vigili e di Parlare con il vostro Bambino sulle loro Attività Online!

 

Incontriamo il nostro Esperto

Parven Kaur è un esperto di social media digitali e consulente che si dedica con passione al miglioramento dell’alfabetizzazione digitale per genitori e figli. Ha una vasta esperienza di lavora nel campo dei social media ed è il fondatore di kids on clicks, una risorsa web che aiuta i genitori e i figli a muoversi sempre adeguatamente nel mondo digitale.

 

*Novità del 2020* Instagram Reels

Instagram reels è l’ultimo aggiornamento di instagram che offre agli utenti la possibilità di registrare e modificare multi-clip di 15 secondi con video e audio, effetti e nuovi strumenti creativi. 

E’ simile all’applicazione TIKTOK ed è accessibile tramite le “STORIE”. Tuttavia,se vostro figlio ha un account pubblico potrebbe essere condivisa in modo più ampio tramite “ESPLORA” e vista da milione di sconosciuti online.

Gli utenti di questa guida, lo fanno a loro discrezione, non si assume alcuna responsabilità. Data di pubblicazione: 25/10/2020 Traduzione a cura di Martina Fusaro – ISIS Europa

 

Category
Tags

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *